Hotel Bračka Perla

Hotel Bračka Perla

Prenotate la sistemazione di lusso negli appartamenti a Supetar, sull'isola di Brac La sistemazione all'Hotel Bracka Perla a Supetar sull'isola di Brac dispone: di 6 incantevoli appartamenti...
informati di piu...

Gratuito viaggio in Croazia

Gratuito viaggio in Croazia

L'Hotel Bracka Perla la compagnia di navigazione Blue Line L'Hotel Bracka Perla la compagnia di navigazione Blue Line International hanno preparato per Voi gentili...
informati di piu...

TwitterFacebook
Stampa

Tradizionali alimenti della cucina di Brac

Ingredienti:
  • 350 g di pasta
  • 300 g di gamberi
  • cipolla
  • maggiorana
  • timo
  • prezzemolo
  • 60 g di burro
  • panna da cucina
Preparazione:
Far bollire gamberetti per 2-3 minuti, scolarli e sgusciarli. Lasciate pochi gamberi interi per guarnire. Pulite e tagliate cipolle fate soffriggere nel burro. Aggiungere i gamberi, mezzo cucchiaio di panna da cucinare e un pò di timo e maggiorana. Aggiungere sale, pepe e lasciare una decina di minuti a fuoco basso per addensare, mescolando bene. Tagliatelle cotte, scolare e trasferirle nella padella con gamberi e mescolare a fuoco basso. Guarnire con prezzemolo e servire senza formaggio.
Ingredienti: (Dosi per 4 persone)
  • 1 kg di sardelle
  • 2 dl di olio d'oliva
  • 1 dl di aceto
  • 3 spicchi d'aglio
  • ½ lacci di prezzemolo
  • ½ cipolla
  • ½ limone
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 rametto di rosmarino
  • 3 foglie di alloro
  • Sale e pepe
Preparazione:
Pulire le sardelle, tagliare le loro teste, poi lavarle e asciugarle. Condirle con olio, sale e pepe e cuocere sulla griglia. Sardelle si possono pure friggere in olio caldo e precedentemente passare nella farina. Sardelle fritte mettere in una ciotola profonda e preparare marinata. Soffriggere la cipolla e aglio in olio caldo e poi il prezzemolo. Togliere dal fuoco, aggiungere la buccia di limone, lo zucchero, il rosmarino e l'alloro. Versare l'aceto e mescolare. Versare la marinata sulle sardelle, coprire ciotola e lasciare in un luogo fresco. Sardella marinata può stare per alcuni giorni e può essere servita dopo 24 ore.
Ingredienti:
  • 5 kg di sardelle fresche
  • 3 kg di sale marino grosso
  • olio d'oliva
  • aceto
  • cipolla
  Preparazione: Il pesce non viene pulito e viene salato al tutto. Il pesce si mette in secchi di legno o di plastica, e dev’essere messo denso, uno vicilo al altro e coperti con tanto sale in modo che la superficie diventa levigata, e che si vedono righe accatastati. Lo strato successivo di pesce va messo in verticale, con un angolo di 90 gradi rispetto al precedente e così via fino a raggiungere la cima. Quando si copre ultimo strato con sale, tagliare il coperchio così che può entrare nella ciotola e coprire il pesce. Alla fine, mettere sul coperchio il peso, tanto pesante quanto pesa tutto il pesce salato. Peso può essere una pietra, o vaso riempito di acqua che corrisponde al diametro del copperchio. Questo peso si deve lasciare i prossimi 3-4 giorni. Durante questo periodo il livello si abbassa, quindi se si desidera, è possibile aggiungere altri tre o quattro strati di pesce per riempire di nuovo il secchio. Quando il pesce diventa spremuto, rimane il liquido, una miscela di sale sciolto e il succo di pesce. Se c’è tanto sangue, bisogna buttare questo liquido e versare la soluzione di sale pura a pochi centimetri sopra il coperchio. Dopo di che bisogna ridurre il peso a un terzo del peso del pesce (circa 1,5 a 2 kg). Questa è la procedura. Pesci maturano almeno 3-4 mesi (circa 100 giorni) e solo allora è pronto per il consumo. È pronto se le carni si separano facilmente dalla lisca centrale e se nel mezzo non c'è carne sanguinolenta. Servire il pesce senza la testa, imbevuto di olio d'oliva e aceto di vino (quantità a piacere), cospargere con le cipolle e mangiare con il pane fatto in casa.
Ingredienti:
  • 700-800 g di acciughe
  • 300 g di farina
  • 2 uova e 1 tuorlo d'uovo
  • 1 porro
  • erba cipollina
  • 150 g di formaggio Gouda
  • parmigiano grattugiato
  • noce moscata
  • 60 g di burro
  • prezzemolo
  • olio di oliva
Preparazione:
Fate l'impasto di farina e 2 uova. Aggiungere 1 cucchiaino di burro e sale. L'impasto formate in una palla e lasciarlo riposare per un'ora in un luogo asciutto. Lavare le acciughe sotto l'acqua fredda, togliere la testa e la lisca centrale e tagliare in fileti. Dopo aver pulito porri ed erba cipollina tagliarli a barre sottili, lavare e tritare finemente il prezzemolo. Formaggio tagliare a fette.
Preparare non troppo sottile il foglio di pasta frolla. Mettere circa tre quarti di pasta sul fondo e sui bordi di una profonda e non troppo larga teglia, sulla qualle precedentemente si spalma burro. Disporre lo strato delle acciughe, condire con poco olio e coprire con porri già preparato, erba cipollina, prezzemolo, sale, pepe e noce moscata grattugiata. Disporre un'altro strato di acciughe e continuare a impilare strati fino a quando finiscono tutti gli alimenti. Coprire con il resto dell’impasto, spennellare con tuorlo d'uovo e chiudere i bordi e cuocere in forno per mezz'ora a 180 - 200 ° C. La pasta è cotta quando riceve un colore oro. Servire caldo.
Ingredienti:
  • 1 kg di polpo
  • 50 grammi di patate
  • 1 testa di aglio
  • 2 dl di olio d'oliva
  • sale, pepe
Preparazione:
Battere il polpo con il martello, pulirla, lavarla e poi cuocerla per circa 45 minuti. Nel frattempo cuocere le patate con la pelle. Dopo la cottura, sbucciare le patate e tagliarle a dadini. Polpo bollito tagliare in piccoli pezzi, aggiungere le patate, aglio tritato, olio, sale e pepe. Mescolare bene e servire caldo o freddo.

Ingredienti:
  • polpo
  • conchiglie
  • sale, pepe
  • olio d'oliva
  • aceto
Preparazione:
Cuocere il polpo e conchiglie e aggiungere grani di pepe e sale. Mentre è ancora caldo, mettere insieme in stampo come segue:  strato do polpo, poi strato di conchiglie e riempite così lo stampo. Coprire con il coperchio e mettere il peso di circa 4 kg e lasciare 24 ore così che il liquido esce. Dopo di che tirare fuori gelatina dallo stampo e tagliarla. Dei condimenti usare olio di oliva e aceto.
Ingridienti:
  • 12 carciofi (o 20 più piccoli)
  • secco vino bianco
  • aceto
  • 2 limoni
  • 12 foglie di alloro
  • 2-3 chiodi di garofano
  • origano
  • prezzemolo
  • grani di pepe
  • olio d'oliva
Preparazione:
Pulire i carciofi e tagliargli il gambo. Se sono troppo grandi, tagliatrli in quarti e metteterli in una pentola e coprire con acqua nella quale si aggiunge succo di limone, in modo da non oscurare. Aggiungere mezzo litro di vino, mezzo bicchiere di aceto, chiodi di garofano, sale e cuocere per 20 minuti. Carciofi cotti tirate fuori e girate in giù ad asciugarli su un panno di cotone - si lascia più tempo ad asciugarsi (anche per tutta la mattina), sarà meglio, perché se le foglie rimangono umide, l'olio non sarà in grado di penetrare e condire carciofi. Disporre i carciofi drenati in vasi, coprire con olio, condire con foglie di alloro, origano, due o tre grani di pepe e prezzemolo tritato. Ermeticamente chiudere il vaso e conservarlo in un luogo buio per almeno una settimana prima di servire.
Email:
Oggetto:
Messaggio:
Quante stagioni esistono entro un'anno? Anti-spam risposta è 4